Poeti: esuli e profeti.

Poeti: esuli e profeti. Raramente scrivo per una motivazione altra che non sia quella di un dettato interiore impellente ed irrevocabile. Quasi mai ispirato a scadenze cronologiche, ricorrenze, anniversari. Assai prima di leggere Agostino, stimavo il tempo interiore quale unità … Continue reading

Diario inutile. 22

Diario inutile. 22 Mendicanti di senso. Lo statuto interiore della mendicanza ha trovato forse un nuovo ospite. L’ho saputo qui, nelle parole del teologo. La temperie che ha provocato il capitombolo della modernità suscita nuove tempestive adesioni ad una sintassi … Continue reading

La Via. [La Vita].

La Via. [La Vita]. Il testo che segue,riassume in sé i caratteri di due diversi Sentieri di Senso. Quelli del Convivio e quelli di Op.Cit. Avrei potuto, come sempre in passato, pubblicare il mio scritto in Convivio, e le citazioni … Continue reading

Diario inutile. 9

Diario inutile. 9 In Cielo fioriscono i ciliegi. Lan Lan Huê tiene alto il filo dell’incontro nel dialogo interiore che serra lo spazio ed estingue il tempo. Siamo vicini da lontano, in una scansione temporale che conosce unicamente la fedeltà … Continue reading

Diario inutile. 5

Diario inutile. 5 “Nessuna croce manca[…]”. Le parole respirano piano, nel grembo dell’alba. Mormorano. Hanno il ritmo interiore di un pudico fiore, sbocciato nel silenzio dei tempi dolenti, sul ciglio di un rivo nascosto. Al margine, i nomi andati via … Continue reading

La Luce postuma del Canto

La Luce postuma del Canto. Da qualche giorno, la legatoria ha terminato il suo lavoro. Ora, il mio ultimo scritto, «La Luce postuma del Canto», è un’opera pubblicata in tre volumi, raccolti in un cofanetto: «La Luce postuma del Canto», … Continue reading

Addio, rapsodo di sogni.

Il 2 Giugno ho partecipato ai funerali del papà, morto il giorno prima. Alcune ore dopo averlo saputo, ho scritto di getto le poche righe che pubblico ora, ispirate a lui con il titolo di una frase dedicatoria che tempo … Continue reading

[...] O voce/ all’inutile canto. [...]

[…] O voce/ all’inutile canto,[…] In “Exsultet”, Thanatos, Canto XI, Brescia 1990   Eccomi. Nella postfazione di “Exsultet”, l’opera scritta in tre anni, Emo Marconi al mio fianco, ed io al diapason di me stesso, quello che l’età insieme donava … Continue reading