Canti dal margine [Preghiere di frontiera]/13

Canti dal margine [preghiere di frontiera]/13

1.

L’ira nolente della fede arresa

ha preso la sua preda. Il canto

giace e il tempo di chi crede spende

2.

l’obolo silente nella sua croda

estrema. La vita vera chiede un’ora

e una preghiera. Il secolo s’inarca

3.

e verso Itaca sventola garrulo

un aquilone. Il tuo sogno bambino

e innocente è una prece di vento.

4.

Stringilo al petto ancora, sentilo

vibrare contro. L’albatro s’alza

dalla tolda in volo. Oh, come infinito

5.

ed eterno stanno per sempre insieme

nel tuo sublime, nel tuo inutile

accento! Tu, poeta solitario e solo,

6.

vibratile scintilla d’un ardente

fuoco acceso in un futuro Cielo.

Presso la terra della più vieta

7.

prosa, dove si spegne l’alta speranza

offesa.

 

 

Comments are closed.