Finisterre.


Finisterre.

Sei il rivo strozzato. L’amore finito.

Il canto che giace in un tempo smarrito.

Sei il limite umano ed ardito che mette

le ali divine al creato. Sei il tempo

che tutto se stesso ha donato.

Sei l’ora che sale innocente nel grido

del sogno più ardente. Sei il volto

scolpito e silente che rischiara

il mio grembo e la mente. Sei

la stella e l’aurora, la mia prima,

la mia ultima ora.

Comments are closed.