Litanie dell’incontro/3.

Litanie dell’incontro/3.

Sfuggito alle vibratili zanne dei cinici scherani, degli Erode di ogni tempo, il potere costituito e costituente di ogni rendita di posizione, l’Innocente claudicava nella parola al margine dei tempi. Nascosto al Panopticon massmediatico dominante, visibile allo sguardo umile degli iniziati, nella greppia del suo scelto mutismo silente, ascoltava il palpito del già farsi Storia nel non ancora.

I retori disputavano la lettera del Natale, in un esercizio di affermazione e tutela dei principi laici, minimi, ma non minoritari, che nell’assenza del nome attingevano e difendevano la sostanza stessa della maiuscola libertà. L’indistinto ed indistinguibile nell’Istituzione a tutela della diversità e dei principi. Come una premessa o una promessa di raggiungimento laico di una pace possibile.

Come se essere, essere se stessi soltanto, l’essere in sé, avesse costituito l’ineluttabile premessa di un essere contro e non semplicemente la dignità irrevocabile di un essere altro. La mistificazione delle funzionalità dominanti e dei ruoli, effetto dell’essere, assurti al ruolo ontologico di causa, hanno dominato e guidato lo scampolo di storia che ha segnato il tramonto di un’epoca. Così come un Dio di tutti, anche Il senza nome, aveva donato nella verità di una venuta in Luce, sempre e comunque dall’origine singolare. Ed in tale singolarità vocata e disposta alla comunione. Pronti, dunque, non già al bellicoso confronto atto alla conquista ed alla opportunistica condivisione di una comune appartenenza dettata spesso unicamente dall’apparenza, che le etichette ed i target così bene disponevano e significavano. Bensì, incline ed educato alla relazione osmotica che iniziava anche i diversi da sé, soprattutto i diversi da sé!, alla comunione.

Litanie dell’incontro/1.

litanie dell’incontro /2.

 

 

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>