Requiem per un’anima ignota. [Poeta].


Requiem per un’anima ignota. [Poeta].

Fosti solo una riga di nera,

nel tramonto silente, nella pavida

sera. L’uomo spento nel margine ignavo,

nel margine pigro. Senza un grido,

senza un lampo, senza ombra di fama

né vanto. Crocefisso al silenzio.

La vendetta di giorni felici compiuta.

Sei scomparsa, creatura feriale. Tutto

il male del mondo hai saputo e quel poco

di bene goduto troppo presto ed a lungo

hai scontato. Nell’invidia che rode

i mediocri, eccellenza normale,

presa dentro tra i fuochi di una vita

perduta. Orizzonte sognante e per gli altri

irreale. Sei andato, poeta,

come un casto viandante sconosciuto

ai vicini e alla gente. Ti ha ferito

il suo colpo letale. La morale

degli ipocriti che nulla hanno creduto

mentre tutto hanno finto e vissuto.

 

Comments are closed.