Stringimi.

Ospitaletto, 15
05
2000
ore 09.25
 
Stringimi
 
Tempo, o dolce tempo che mi pieghi
e consumi col tuo grande silenzio,
vivimi dentro ancora un momento.
Rendimi l’attimo assorto del triste
e del lieto ricordo. Stringimi, tempo,
nel grembo innocente del canto,
spegni l’arsura che nuda trabocca
dal nulla furente. Prendimi,
tempo, lontano dal vuoto del cuore,
così, uomo inutile, senza fare
         rumore.
 
In «Fessura di Silenzio», Brescia, 2001.
 

Comments are closed.