L’Ora estrema, mia dolce sorella.

L’Ora estrema, mia dolce sorella.

Venivo verso te, Signore, con distratta e dolente fatica. Poi mi hai chiamato con voce più chiara nel destino del canto. Ho ascoltato con sempre più intensa attenzione il Silenzio. Ho sentito farsi tutto il mio tempo danza estrema di senso.
Sono andato come un folle d’amore solitario nel grembo del giorno. Mi hai dettato le più dolci parole, nel sentiero più aspro, quello senza ritorno.
Ora muovo i miei passi ai confini del viaggio.
Sento forte la mano. Il Tuo muto richiamo.
Sento ardente il tremore farsi estremo fratello.
E rivedo il cammino. I miei passi. Provvidenza e Destino.
Sento l’Ora che traccia il confine, sorella.
Nella polvere d’oro di deserti cammini, scorgo mani ferite. I ricordi. Lacerti. Sento care le voci dei miei vivi e dei morti.
Come già Simeone sulla scala celeste sento nascere dentro l’estremo Tuo canto. Vedo un giglio sbocciare, il mio “lasciami andare”.
Oh, fratelli pensieri, oh sorelle incantate d’istanti solenni. Oh sublimi ed intatte visioni, dei composti dentro ore terrene promesse.
Come eterna risuona la voce di tutti gli amanti!
Io volevo sapere!
E si ergeva il mio sguardo sopra il casto orizzonte.
Presumevo il mio vero.
Mi hai sedotto con il canto più vivo del Tuo eterno Mistero.
Sono stato un viandante aggrappato al mio Niente.
Ora tutto è più vero, sulla soglia di un tempo sconfitto, sul mio nulla perdente.
Dico a voi, mie creature innocenti. Carità degli istanti.
State quiete nel grembo di un Dio sconosciuto.
Non importa il Suo volto.
L’ira scaltra di chi invoca in Suo nome la legge non ha nulla del sublime suo ardore.
La canzone che intona il Suo alto mistero è soltanto una resa all’Amore infinito. Lì soltanto si accende nella mente dell’uomo una luce di vero.
A ciascuno secondo il suo passo e la sola misura è l’esser di ognuno se stesso.
Come presto per Grazia, nella vita disfatta, Ti ho subito amata Bellezza!
Già nascosta nell’orma della Sua più umile brezza.
Nel presagio dell’Ora sorella che riposta nel cuore mi è stata per sempre compagna.

Comments are closed.